Viola tricolor




Дата канвертавання27.04.2016
Памер8.59 Kb.

VIOLA TRICOLOR

VIOLA TRICOLOR (Viola tricolor L. ssp vulgaris)

Famiglia: violaceae

Droga: parti aeree (della pianta in fiore)

Costituenti principali:
Flavonoidi (rutina, quercetina), violaxantina, violaquercitrina, saponine, tannini, mucillaggini, acido salicilico

Attività principali:
antiossidante, antinfiammatoria, emolliente, espettorante, diuretica, lassativa

Impiego terapeutico:
affezioni cutanee (acne, eczema, foruncolosi) e disturbi della pelle in genere, dermatiti, dermatosi (senile da atrofia), complicanze seborroiche, crosta lattea dei bambini, affezioni delle vie respiratorie (tosse)

Attività farmacologica:
La Viola tricolor è conosciuta come Viola del pensiero alla cui specie risalgono anche le viole diffuse a scopo ornamentale nei giardini. Il nome latino "tricolor" è per i tre colori del fiore (blu, giallo e bianco). La Viola del pensiero è tradizionalmente nota per le malattie della pelle. E´ diffuso anche l´uso come espettorante ed emolliente nelle affezioni catarrali delle vie respiratorie, ma la proprietà più importante dei fiori e delle foglie è quella depurativa specifica su taluni disturbi della pelle. Alcuni ricercatori ne hanno segnalato l´utilità in caso di acne, eczema e foruncolosi, nonché sulla crosta lattea dei bambini. Le migliori virtù della pianta si avrebbero con il contemporaneo trattamento interno ed esterno. Alla Viola vengono anche attribuite proprietà diuretiche, sudorifere e leggermente lassative. Nonostante esistano ad oggi pochissimi lavori farmacologici e clinici su questo rimedio, i risultati positivi ottenuti con l´uso di questa pianta confermano l´efficacia attribuita dalla letteratura della fitoterapia tradizionale. Rimane ancora parzialmente sconosciuto anche il profilo dei costituenti attivi e il meccanismo con cui agiscono. Ad oggi il fitocomplesso è caratterizzato da un elevato contenuto in flavonoidi, ed in particolare di rutina, a cui si attribuisce la dimostrata azione antiflogistica ed antiossidante e l´attività capillaro-protettiva. Contiene anche una significativa concentrazione in saponine, importanti per l´attività espettorante e in mucillaggini responsabili dell´azione demulcente/emolliente. La Viola contiene infine quantità minime ma significative per l´attività di acido salicilico. Il colore giallo dei fiori è invece dovuto ad un carotenoide specifico, la violaxantina. Per le ottime proprietà emollienti e demulcenti, la Viola tricolor è una pianta prevalentemente indicata per gli stati infiammatori della pelle e per il trattamento di problemi cronici dermatologici in soggetti sensibili come i bambini. In generale l´uso di questa pianta favorisce il buon funzionamento dei tessuti del derma, il rinforzo delle difese immunitarie e l´assorbimento di fattori nutrizionali. La Viola tricolor è ritenuta una pianta sicura e ben tollerata. Non si riportano tossicità, controindicazioni, né effetti collaterali significativi, ad eccezione della ipersensibilità individuale. Nonostante la presenza di acido salicilico non sono note reazioni allergiche. Non usare in gravidanza ed allattamento.

Aspetti botanici:
La Viola tricolor è una pianta erbacea perenne, annuale o biennale nativa delle zone temperate dell´Europa occidentale ed orientale, dal Mediterraneo all´Irlanda, a est fino all´India; è diffusamente coltivata in Olanda e Francia. Cresce su terreni coltivati e incolti e su prati bassi. Della Viola tricolor esistono principalmente due sottospecie, la "vulgaris" e la "arvensis". Le piante dei prati sono perenni, quelle che crescono in luoghi più frequentati sono generalmente annuali. Il fusto può raggiungere l´altezza di 15-45 cm. Le foglie inferiori sono ovali o a cuore con dentelli smussati, quelle superiori sono più strette e dentate. I fiori sono viola-blu o gialli o entrambi e inodori. Fiorisce in Aprile-Settembre e la raccolta dei fiori avviene in estate durante il massimo della fioritura. Dalle parti aeree della pianta fiorita si ottengono le polveri e gli estratti a scopo fitoterapico, mediante essiccazione al riparo dalla luce solare e a temperatura non superiore ai 45°C.

Forme farmaceutiche e posologia:
Infuso: 1,5 g di polvere /1 tazza al giorno
Infuso per uso esterno: 1,5 g di polvere/ 2-3 applicazioni al giorno
E.s.: 200 mg e.s. / 1-2 cps al giorno


База данных защищена авторским правом ©shkola.of.by 2016
звярнуцца да адміністрацыі

    Галоўная старонка