Guida iniziale




Дата канвертавання21.04.2016
Памер16.54 Kb.


Preghiera di ringraziamento per l’elezione del nuovo Pontefice



Guida iniziale:

Dopo i giorni dell’amarezza per aver perduto il grande papa e amico Giovanni Paolo II, siamo chiamati a sperimentare, in comunione con la chiesa universale, il gaudio per l’elezione del nuovo Pontefice Benedetto XVI. La figura del Pontefice e il suo magistero sono d’importanza essenziale per ciascun cattolico in quanto egli è vicario di Cristo. Sull’esempio dell’unico Pastore buono e bello che è Cristo Signore, il Pontefice è chiamato a guidare il gregge della Chiesa sui sentieri del mondo e della storia additando la meta della patria futura. Dal suo insegnamento ci sentiamo incoraggiati, indirizzati, anche ammoniti, ma sempre sperimentiamo quella paternità che egli esercita su tutta la Chiesa. Come Pietro egli è chiamato a confessare: “Tu sei il Cristo”; come Pietro gli viene affidato il compito di confermare la fede dei suoi fratelli ed ci esorta, ancora oggi, a diventare “pietre vive nella costruzione dell’edificio spirituale” che è la Chiesa.


Canto ed esposizione eucaristica
Guida
T: Ti adoriamo, Signore nostro Gesù Cristo, qui e in tutte le chiese che sono nel mondo e ti benediciamo perché con la tua santa croce hai redento il mondo. (FF. 111)

G: Ad ogni invocazione del celebrante rispondiamo cantando: Alleuia!
C: Ti rendiamo grazie, o Padre onnipotente, di averci preparato la Chiesa come porto sicuro, tempio di santità, nel quale glorifichiamo la santissima Trinità.
C: Ti rendiamo grazie, o Cristo nostro Re: il tuo corpo e il tuo sangue prezioso ci hanno dato la vota. Accordaci il perdono e la misericordia.
C: Ti rendiamo grazie, o Spirito che rinnovi la santa Chiesa. Conservala pura nella fede nella santissima Trinità oggi e fino al termine dei secoli.
C: Ti rendiamo grazie, o Cristo Signore, di averci nutriti a questa mensa e di averci preparato il convito eterno, nel quale ti loderemo per sempre con il Padre e lo Spirito Santo.


C: Preghiamo.

O Dio, che nella serie dei successori di Pietro hai scelto il tuo servo Benedetto XVI come vicario di Cristo sulla terra e pastore di tutto il gregge, fa’ che egli confermi i fratelli, e tutta la Chiesa sia in comunione con lui nel vincolo dell’unità, dell’amore e della pace, perché tutti gli uomini ricevano da te, pastore e vescovo delle anime la verità e la vita eterna. Per Cristo nostro Signore.



T: Amen.
Adorazione silenziosa
Dalla prima lettera di san Pietro apostolo

Pietro, apostolo di Gesù Cristo, ai fedeli eletti secondo la prescienza di Dio, mediante la santificazione dello Spirito, per obbedire a Gesù Cristo e per essere aspersi del suo sangue: grazia e pace a voi in abbondanza. Dopo aver santificato le vostre anime con l’obbedienza alla verità, per amarvi sinceramente come fratelli, amatevi intensamente, di vero cuore gli uni gli altri, essendo stati rigenerati non da un seme corruttibile, ma immortale, cioè dalla Parola del Dio vivente. Deponendo ogni malizia e ogni frode, ipocrisie, gelosie e ogni maldicenza, come bambini appena nati bramate il puro latte spirituale, per crescere con esso verso la salvezza, se davvero avete gustato come è buono il Signore. Stringendovi a lui, pietra viva, rigettata dagli uomini, ma scelta e preziosa davanti a Dio, anche voi venite impiegati come pietre vive per la costruzione di un edificio spirituale, per un sacerdozio santo, per offrire sacrifici spirituali graditi a Dio, per mezzo di Gesù Cristo.



Parola di Dio.
Rendiamo grazie a Dio.
Canto: Il Signore è il mio pastore
Alleluia, alleluia.
Dal Vangelo secondo Matteo

Giunto nella regione di Cesarea di Filippo, Gesù chiese ai suoi discepoli: «La gente chi dice che sia il Figlio dell’uomo?». Risposero: «Alcuni Giovanni il Battista, altri Elia, altri Geremia o qualcuno dei profeti». Disse loro: «Voi, chi dite che io sia?». Rispose Simone Pietro: «Tu sei il Cristo, il Figlio del Dio vivente». E Gesù: «Beato te, Simone, figlio di Giona, perché né la carne né il sangue te l’hanno rivelato, ma il Padre mio che sta nei cieli. E io ti dico: Tu sei Pietro, e su questa pietra edificherò la mia chiesa e le porte degli inferi non prevarranno contro di essa. A te darò le chiavi del regno dei cieli, e tutto ciò che legherai sulla terra sarà legato nei cieli, e tutto ciò che scioglierai sulla terra sarà sciolto nei cieli».



Parola del Signore
Lode a Te, o Cristo.
Meditazione
Gesù, tu sei il pane di vita: donaci forza.

Gesù tu sei l’Emmanuele, il Dio-con-noi: resta con noi.

Gesù, tu sei il capo della Chiesa: radunaci in essa.

Gesù, tu sei il buon pastore: guidaci.

Gesù, tu sei la luce del mondo: illuminaci.

Gesù tu sei il Messia: consacraci.

Gesù, tu sei l’Agnello di Dio

che porta su di sé i peccati del mondo: perdonaci.

Gesù tu sei il fuoco di Dio: consumaci.

Gesù, tu sei il re della gloria: vogliamo servirti.

Gesù, tu sei il nostro fratello: vogliamo amarti.

Gesù, tu sei il nostro Dio: vogliamo essere tutto per te.


Dal Catechismo degli adulti

Durante la vita pubblica, Gesù ha dato a Simone il nuovo nome di Pietro e gli ha promesso uno speciale ruolo di guida con la triplice metafora della pietra, della chiavi e del legare e sciogliere. Dopo la risurrezione,

lo costituisce suo primo testimone. Lo fa pastore di tutto il gregge: «Pasci i miei agnelli… Pasci le mie pecorelle». Il vescovo di Roma, erede della testimonianza di Pietro, è il perpetuo e visibile principio e il fondamento dell’unità sia dei vescovi sia della moltitudine dei fedeli. In lui si concentra il carisma della verità del collegio episcopale e della Chiesa. Anche quando insegna da solo, si fa voce dei suoi fratelli ed esprime la fede già vissuta dal popolo di Dio e da lui interpretata con la speciale assistenza dello Spirito Santo. Dove c’è Pietro lì è la Chiesa.
Preghiamo insieme:

L: O Gesù, Sacerdote vero ed eterno, nell’ultima cena, con i tuoi apostoli, tu hai voluto istituire il sacramento del tuo corpo e del tuo sangue come sacrificio perenne, e hai comandato alla tua Chiesa di perpetuare l’offerta in tua memoria.
T: Il tuo corpo per noi immolato è nostro cibo e ci dà forza, il tuo sangue per noi versato è nostra bevanda e ci lava da ogni colpa.
L: Noi ti preghiamo: che questo grande mistero nutra e santifichi sempre i tuoi fedeli, perché una sola fede li illumini e una sola carità li riunisca su tutta la terra.
T: Fa’ che ci accostiamo sempre con fede e con amore alla mensa di questo grande sacramento, perché l’effusione del tuo Spirito ci trasformi in immagini della tua gloria.

Amen.
C: Preghiamo.

O Dio, pastore e guida di tutti i credenti, guarda il tuo servo Benedetto XVI che hai posto a presiedere la tua Chiesa; sostienilo con il tuo amore, perchè edifichi con la parola e con l’esempio il popolo che gli hai affidato, e insieme giungano alla vita eterna. Per Cristo nostro Signore.



T: Amen.
Benedizione eucaristica


База данных защищена авторским правом ©shkola.of.by 2016
звярнуцца да адміністрацыі

    Галоўная старонка