Esempi di carmina carmen lustrale




Дата канвертавання22.04.2016
Памер6.53 Kb.
ESEMPI DI CARMINA

Carmen lustrale

Mars pater te precor quaesoque
uti sies volens propitius
mihi domo familiaeque nostrae.
Quoius rei ergo
agrum terram fundumque meum
suovitaurilia circumagi iussi,
uti tu morbos visos invisosque
viduertatem vastitudinemque,
calamitates intemperiasque
prohibessis defendas averruncesque,
utique tu fruges frumenta,
vineta virgultaque,
grandire beneque evenire siris,
pastores pecuaque
salva servassis,
duisque bonam salutem valetudinemque
mihi domo familiaeque nostrae:
harunce rerum ergo,
fundi terrae agrique mei lustrandi
lustrique faciendi ergo,
sicuti dixi,
macte hisce suovitaurilibus
lactentibus inmolandis esto. 

O padre Marte, ti prego e scongiuro,
perché tu sia favorevole e propizio
a me alla casa e alla nostra famiglia.
E per questa grazia
intorno al mio campo, alla mia terra e al mio fondo
un porco, un montone e un toro ho fatto condurre
perché tu i mali visibili e invisibili
la sciagura e la devastazione
la calamità e le intemperie
impedisca, scacci e allontani,
e perché le messi, il grano,
i vigneti e i virgulti,
tu li lasci crescere bene e svilupparsi,
e i pastori e le greggi
li conservi sani e salvi,
e buona salute e prosperità tu dia
a me, alla mia casa e alla mia famiglia:
dunque, per queste cose,
per purificare il fondo, la terra e il mio campo,
per ottenere la purificazione,
come ho detto,
con il sacrificio di questo porco, montone e toro

ancora lattonzoli, sii onorato




Carmen Saliare

Divom em pa cante, divom deo subplecate

Quonne tonas, Leucesie, prai tet tremonti



quot ibei tet dinei audiisont tonase

Cantate a lui, padre degli dei, levate suppliche al dio degli dei

Quando tuoni, o Signore della Luce, davanti a te tremano quanti dei ti hanno udito tuonare




Carmina triumphalia

(un esempio dell’età di Cesare)



Urbani servate uxores, moechum calvum adducimus.

Aurum in Gallia effutuisti, hic sumpsisti mutuum



Cittadini, state attenti alle mogli, vi portiamo l’adultero calvo.

L’oro in Gallia te lo sei sputtanato, qui l’hai preso in prestito.




База данных защищена авторским правом ©shkola.of.by 2016
звярнуцца да адміністрацыі

    Галоўная старонка