Comete di marzo




Дата канвертавання24.04.2016
Памер13.7 Kb.
COMETE DI MARZO
Prima di passare alle comete del mese, vorrei parlarvi di due eventi avvenuti nei primi giorni di gennaio, che potremo intitolare : “a gennaio si accendono gli asteroidi”. Dopo la scoperta ai primi di gennaio da parte del team di astrofili dell’osservatorio M.Hack di Firenze (N.Montigiani, M.Mannucci,S.Riccetti), dell’asteroide 2005YQ127 che si è trasformato in cometa, nello stesso periodo un oggetto simile si è “acceso”, ed è l’asteroide 2000EC98, ora classificato come cometa P/2000 EC_98. Le prime notizie su questo oggetto erano trapelate con una circolare il 6 gennaio scorso quando due ricercatori del JPL usando il 5mt di M.te Palomar avevano notato che l’asteroide 2000EC98 aveva aumentato improvvisamente la sua luminosità di ben 50 volte e richiedevano a livello internazionale ulteriori controlli. La prima osservazione visuale dell’evento veniva fatta il 7 gennaio da parte di un astrofilo giapponese, K.Kadoka, il quale riportava un ulteriore aumento di luminosità dell’oggetto. Dopo questa notizia, il primo a riuscire a fotografare questo asteroide, è stato R.Ligustri dell’osservatorio di Talmassons, che il 9 mattina riuscivano a riprenderlo. L’ufficio I.A.U con la circolare n.8660 del 17 gennaio ufficializzava i dati delle varie osservazioni giunte dai diversi osservatori sparsi nel mondo e grazie a queste nuove informazioni, “trasformava” l’oggetto da asteroide a cometa periodica. La cosa peculiare di questa nuova cometa è che al momento della “accensione” era distante circa ben 13 UA e che nel giro di pochi giorni aveva aumentato la sua luminosità di ben 1000 volte!

Anche questo mese potrà essere vista, subito dopo il tramonto, molto bassa ad ovest la cometa C/2005 E2 (Linear), che nei mesi passati ha mostrato una bella codina di diversi primi. La sua magnitudine rimarrà, per tutto il mese intorno alla 9^, se non fosse per la sua posizione, sarebbe un facile “bersaglio”, ma le ultime luci del tramonto di sicuro disturberanno molto l’osservazione. Vi segnalo la data del 27 marzo, quando la cometa sarà a pochissimi primi da ben tre galassie, tra cui spiccano due galassie di circa 8^ magnitudine : Ngc 680 e Ngc 678. Nella prima parte della notte puntiamo i nostri telescopi a est nella costellazione del Contadino, dove a pochi gradi a sud di Arturo potremo trovare la cometa 73P (Schwassmann-Wachmann). Questa cometa nei mesi passati ha mostrato una certa attività, anche superiore alle aspettative, tanto che si potrebbe ipotizzare che nel suo momento di massimo splendore potrà arrivare alla 5^ magnitudine; non dimentichiamoci che questa cometa nell’ultimo passaggio si è frammentata, ed, per il suo frammento più grosso, si prevede una luminosità intorno alla 7^ magnitudine, se ci pensate sarà la prima volta che si potranno fotografare due comete insieme! Durante questo mese la sua luminosità aumenterà molto velocemente, visto che si sta avvicinando al perielio, e passerà dalla 13^ alla 10^ magnitudine. Adesso passiamo alla cometa più luminosa del mese: la C/2006 A1 (Pojmanski) che potremo vedere nei primi giorni poco prima dell’alba, poi si muoverà velocemente in declinazione migliorando la sua posizione così da essere osservabile nella seconda parte della notte.. Questa cometa scoperta nei primi giorni di gennaio, ha stazionato per circa due mesi nei cieli dell’emisfero australe dove ha mostrato una attività superiore a quella prevista, per cui in questo mese si potrebbe sperare che si presenti anche di una magnitudine più luminosa dei dati previsti inoltre avrà un moto molto veloce, infatti attraverserà le costellazioni dell’Aquila, Delfino, Volpetta, Cigno e Lucertola. Dal 15 al 17 marzo sarà a circa sei gradi a sud della nebulosa Velo del Cigno, il 22 marzo sarà a 10 gradi dalla nebulosa Nord America ed il 28 marzo sarà a meno di 4 gradi dalla famosa nebulosa Cocoon.


EFFEMERIDI CALCOLATE PER TU 00
McNaught (C/2005 E2)

Data AR declinazione mag Elong

---- -- ------------ --- -----

1 Mar 2006 00h27m19.99s +11 27' 32.0" 9.1 31.5 Psc

4 Mar 2006 00h36m11.74s +12 42' 52.6" 9.1 31.1 Psc

7 Mar 2006 00h45m09.14s +13 57' 23.0" 9.1 30.7 Psc

10 Mar 2006 00h54m12.11s +15 10' 51.9" 9.2 30.3 Psc

13 Mar 2006 01h03m20.57s +16 23' 08.4" 9.2 29.9 Psc

16 Mar 2006 01h12m34.42s +17 34' 02.1" 9.2 29.6 Psc

19 Mar 2006 01h21m53.54s +18 43' 22.7" 9.3 29.2 Psc

22 Mar 2006 01h31m17.78s +19 51' 00.5" 9.3 28.8 Psc

25 Mar 2006 01h40m46.93s +20 56' 46.3" 9.4 28.4 Psc

28 Mar 2006 01h50m20.77s +22 00' 31.3" 9.4 28.1 Ari

31 Mar 2006 01h59m58.96s +23 02' 07.0" 9.4 27.7 Ari

3 Apr 2006 02h09m41.09s +24 01' 25.4" 9.5 27.3 Ari
P/Schwassmann-Wachmann (73P)

Data AR declinazione mag Elong

---- -- ------------ --- -----

1 Mar 2006 13h57m31.29s +12 54' 28.8" 13.1 132.9 Boo

4 Mar 2006 14h01m27.39s +13 20' 59.4" 12.8 134.4 Boo

7 Mar 2006 14h05m23.18s +13 49' 57.5" 12.6 135.8 Boo

10 Mar 2006 14h09m19.43s +14 21' 25.9" 12.3 137.2 Boo

13 Mar 2006 14h13m17.07s +14 55' 27.8" 12.1 138.4 Boo

16 Mar 2006 14h17m17.22s +15 32' 07.1" 11.8 139.5 Boo

19 Mar 2006 14h21m21.23s +16 11' 28.3" 11.6 140.4 Boo

22 Mar 2006 14h25m30.83s +16 53' 36.0" 11.3 141.1 Boo

25 Mar 2006 14h29m48.20s +17 38' 34.7" 11.0 141.6 Boo

28 Mar 2006 14h34m16.29s +18 26' 28.0" 10.7 142.0 Boo

31 Mar 2006 14h38m59.18s +19 17' 18.3" 10.4 142.0 Boo

3 Apr 2006 14h44m02.54s +20 11' 09.7" 10.1 141.9 Boo
Pojmanski (C/2006 A1)

Data AR declinazione mag Elong

---- -- ------------ --- -----

1 Mar 2006 20h22m57.66s -09 07' 53.1" 6.5 35.6 Cap

4 Mar 2006 20h30m38.92s -01 02' 42.0" 6.7 37.2 Aql

7 Mar 2006 20h40m00.71s +07 00' 16.7" 6.8 39.2 Del

10 Mar 2006 20h50m48.41s +14 40' 18.2" 7.1 41.6 Del

13 Mar 2006 21h02m46.48s +21 41' 55.0" 7.3 44.0 Vul

16 Mar 2006 21h15m39.68s +27 56' 50.1" 7.7 46.2 Vul

19 Mar 2006 21h29m13.82s +33 23' 10.1" 8.0 48.1 Cyg

22 Mar 2006 21h43m16.05s +38 03' 22.5" 8.3 49.6 Cyg

25 Mar 2006 21h57m35.02s +42 02' 11.1" 8.6 50.8 Lac

28 Mar 2006 22h12m00.87s +45 25' 06.6" 8.9 51.7 Lac

31 Mar 2006 22h26m25.19s +48 17' 34.1" 9.2 52.4 Lac



3 Apr 2006 22h40m41.05s +50 44' 27.9" 9.5 52.8 Lac


База данных защищена авторским правом ©shkola.of.by 2016
звярнуцца да адміністрацыі

    Галоўная старонка