Alterazione degli ecosistemi




Дата канвертавання26.04.2016
Памер29.36 Kb.
INDICATORI DI QUALITA' AMBIENTALE

- ALTERAZIONE DEGLI ECOSISTEMI:


  • INQUINAMENTI (ACQUE, ARIA, SUOLO)




  • PERDITA DI BIODIVERSITA'




  • DEFORESTAZIONE



- VALUTARE LA REALE ENTITA' DEI FENOMENI DI

INQUINAMENTO


- LO STATO DELL'AMBIENTE PUO' ESSERE

VALUTATO CON IL RICORSO AD INDICATORI

- IN PARTICOLARE L'OCSE DEFINISCE GLI



INDICATORI AMBIENTALI COME STRUMENTI PER:





  • VALUTARE L'EFFICACIA DEI PROGETTI, DEI PIANI E DEI PROGRAMMI DI DISINQUINAMENTO E RISANAMENTO;




  • INFORMARE IL PUBBLICO ED I DECISORI SULLO STATO DELL'AMBIENTE;




  • SUPPORTARE LO SVILUPPO DELLA PIANIFICAZIONE A LUNGO TERMINE.





INDICATORI NON BIOLOGICI

(di tipo fisico e chimico)

- INDICATORI DI STATO

INDICATORI BIOLOGICI

(Bioindicatori)



- REQUISITI DI UN BUON BIOINDICATORE:


  • ACCERTATA SENSIBILITA' ALL'INQUINAMENTO;




  • PRESENZA DIFFUSA NELL'ECOSISTEMA DA ESAMINARE;




  • SCARSA MOBILITA' NELL'AMBITO DELL'AREA D'INDAGINE;




  • CONOSCENZA APPROFONDITA DELL'AUTOECOLOGIA



- BIOINDICATORI SONO UTILIZZATI PER ELABORARE
INDICI DI QUALITA' AMBIENTALE

CONTROLLO DELLA QUALITA' DELL'ARIA

DPR n. 203 del 1988 - INQUINAMENTO ATMOSFERICO:

"E' tale ogni modificazione della normale composizione o stato fisico dell'aria atmosferica dovuta alla presenza nella stessa di una o più sostanze in quantità e caratteristiche tali da alterare le normali condizioni ambientali e di salubrità dell'aria, da costituire pericolo ovvero pregiudizio diretto ed indiretto per la salute dell'uomo, da compromettere le attività ricreative e gli usi legittimi dell'ambiente, alterare le risorse biologiche e gli ecosistemi ed i beni materiali pubblici e privati."

LE SOGLIE DI CONCENTRAZIONE DELLE SOSTANZE NOCIVE (O INQUINANTI) VENGONO DEFINITE PER LEGGE E SONO DETTE STANDARD DI QUALITA' DELL'ARIA





LA MISURAZIONE DELLA CONCENTRAZIONE DELLE SOSTANZE INQUINANTI VIENE EFFETTUATA TRAMITE ANALISI CHIMICHE CONTINUE (CENTRALINE - DIAGRAMMI DI QUALITA' DELL'ARIA RELATIVI AD UN SINGOLO INQUINANTE O ALLA SOMMA DI TUTTI GLI INQUINANTI) CHE DETERMINANO L'ADOZIONE DI MISURE ANTI-INQUINAMENTO (DM 15/04/1994)

BIOINDICATORI DELLA QUALITA' DELL'ARIA
- L'USO DI ORGANISMI VIVENTI COME BIOINDICATORI PUO' RAPPRESENTARE UNO STRUMENTO EFFICACE PER OTTENERE INFORMAZIONI SUGLI EFFETTI COMBINATI (SINERGICI) DEGLI INQUINANTI A COSTI CONTENUTI E SU AREE MOLTO ESTESE (REDAZIONE DI CARTE TEMATICHE)
- SI PRENDONO IN CONSIDERAZIONE:

- PRESENZA

- ABBONDANZA

- MORFOLOGIA (cambiamenti)
- LIEVITI, FUNGHI, LICHENI, BRIOFITE, VEGETALI SUPERIORI

LIEVITI
- LIEVITI COME Sporobolomyces roseus E S. salmonicolor SONO PRESENTI SULLA SUPERFICIE DI UN'AMPIA VARIETA' DI FOGLIE (Frassino, Acero, Graminace, Ortica, Parietaria) SOTTO FORMA DI COLONIE E SI NUTRONO DI ESSUDATI
- SONO IN GRADO DI RIPRODURSI SIA PER GEMMAZIONE CHE PER SPORE
-L'INQUINAMENTO (ED IN PARTICOLARE LA CONCENTRAZIONE ATMOSFERICA DI SO2) ESERCITA UNA INFLUENZA NEGATIVA SULLA CADUTA DELLE SPORE
- IL METODO CONSISTE NEL PRELEVARE DELLE SUPERFICI FOLIARI (diametro: 1 cm) STANDARDIZZATE, NEL FAR INCUBARE LE COLONIE DEI LIEVITI E NEL CONTARLE
- I DATI FORNITI DAI LIEVITI VANNO AD INTEGRARE QUELLI DELLE CENTRALINE.

Sporobolomyces roseus




Lo Sporobolomyces roseus


Lo Sporobolomyces roseus (Fig.1) è un lievito rosa, membro della classe Ustomyceti, che si presenta in molti habitat differenti: è normalmente presente sulle foglie di varie specie erbacee o legnose, a foglia caduca o perenni.

Figura 1
Esso vive come saprofita utilizzando alcuni metaboliti presenti negli essudati dei vegetali esercitando, così, una funzione di protezione nei confronti dell’ospite sia attivando una competizione vitale nei confronti della flora microbica potenzialmente patogena sia attraverso la sintesi di metaboliti con funzione antibiotica ma anche creando una barriera fisica contro l’invasione di agenti infestanti o infettanti (Corsini, Carradori, Bruscoli, 1996).

E’ un lievito incapace di fermentare gli zuccheri, non ha un grande sviluppo su molte sorgenti di carbonio e non effettua nessuna fermentazione.

La classificazione scientifica dello Sporobolomyces roseus:



  • Regno: Fungi

  • Phylum: Basidiomicota

  • Classe: Ustomiceti

  • Ordine: Ustilaginales

  • Famiglia: Ustilaginaceae

  • Genere: Sporobolomyces

  • Specie: S. roseus



Lo Sporobolomyces roseus come bioindicatore e i suoi svantaggi

Nella più recente letteratura lo Sporobolomyces roseus è stato individuato come bioindicatore della qualità dell’aria. L’influenza negativa dell’inquinamento urbano sulla presenza di tale lievito fu dimostrata da Dowding e Carvill nel 1980.

In particolare è stato osservato che la carica di Sporobolomyces roseus su foglie di Fraxinus excelsior prelevate in città è notevolmente inferiore rispetto a quella riscontrata su foglie raccolte in aperta campagna, soprattutto quando su foglie di città sono presenti elevate quantità di piombo ( Mowll & Gadd, 1985).

I vari studi condotti nel nord Europa hanno dimostrato in particolare la sensibilità del lievito all’inquinamento da SO2. La presenza del lievito, infatti, sembra essere correlata con le concentrazioni di SO2 presenti nei 4-5 giorni precedenti il prelievo (Dowding & Peacock, 1993).

Non esiste però una correlazione diretta tra numero di colonie trovate e quantità di SO2 in quanto le popolazioni di Sporobolomyces roseus cambiano con le stagioni e le condizioni meteorologiche.

Queste proprietà hanno permesso l’elaborazione di una metodologia semplice ed efficace per il rilevamento dello Sporobolomyces roseus.



Purtroppo la dipendenza dei risultati dalla stagionalità (in particolare umidità e venti) e l’indisponibilità di indicazioni quantitative sono svantaggi che si presentano nell’utilizzazione del lievito come bioindicatore, quindi per rimediare a tali inconvenienti si può contemplare l’utilizzo integrato di licheni e lieviti consentendo così due tipi complementari di biomonitoraggio, l’uno in grado di valutare gli effetti di un’esposizione a lungo termine, l’altro volto a fornire informazioni riguardanti sia l’inquinamento negli ultimi giorni, sia la situazione in zone dove la mappatura con i licheni fornisce informazioni grossolane.


База данных защищена авторским правом ©shkola.of.by 2016
звярнуцца да адміністрацыі

    Галоўная старонка